SICUREZZA Attenersi alla normativa migliora la qualità della vita negli ambienti di lavoro

La sicurezza sui luoghi di lavoro, oltre a essere un tema sempre attuale per i fatti di cronaca che spesso fanno emergere gravi lacune in merito, è un aspetto fondamentale per le imprese. La normativa italiana prevede diversi obblighi ai quali le aziende devono attenersi.

Due esempi di prevenzione e sicurezza

Solo per fare un esempio, con decreto del Direttore Centrale per la Prevenzione e la Sicurezza Tecnica (DCPST 16 maggio 2018, n. 72) è stata modificata parte della modulistica per gli adempimenti in materia di prevenzione incendi, in base a quanto previsto dall’articolo 11, comma 2, del decreto del ministro dell’Interno del 7 agosto 2012. I nuovi modelli da utilizzare per la presentazione delle istanze, delle segnalazioni e delle dichiarazioni concernenti i procedimenti di prevenzione incendi entreranno in vigore il prossimo 11 giugno. Per avere una panoramica completa sull’argomento clicca qui.

Un altro esempio, che fa capire quanto l’universo della sicurezza sui luoghi di lavoro sia vasto e articolato, è quello inerente la “scadenza” di dispositivi di protezione come gli elmetti usati nei cantieri. Sembra scontato, ma poiché sono soggetti a usura e fisiologico deterioramento, devono essere revisionati ogni cinque anni. Sempre che, ovviamente, siano stati indossati seguendo le indicazioni del costruttore e siano stati conservati, nei periodi di inutilizzazione, in maniera idonea. Altrimenti, è necessario che i caschetti protettivi vengano sostituiti.

La sicurezza come valore della cultura d’impresa

Sono solo due esempi che permettono di sottolineare l’importanza della sicurezza non solo dal punto di vista legislativo, ma anche nel suo impatto concreto per tutelare la salute dei lavoratori. Per questo gli adempimenti e la formazione devono essere considerati non la mera applicazione di quanto prescrive la legge. Devono essere affrontati con l’intento di diffondere una educazione alla sicurezza come valore della cultura d’impresa tout court. La consulenza, perciò, dei soggetti deputati ad affiancare lavoratori e aziende nel loro percorso di adeguamento normativo non può prescindere da una visione globale, necessaria a migliorare la qualità della vita negli ambienti di lavoro.