Questo articolo è stato pubblicato martedì, 17 Agosto 2021

da: CSL Puglia

Categorie:

Parole chiave:

aziende, rifiuti

Con la pubblicazione sulla G.U. 11/09/2020 del del DLGS 3 settembre 2020 n. 116, in vigore dal 26/09/2020, il legislatore ha modificato la parte IV del DLGS 152/2006.

In particolare, l’attuale dettato dell’art. 188-bis del DLGS 152/2006 in materia di tracciabilità dei rifiuti, definisce che il nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti si compone delle procedure e degli strumenti che devono essere integrati nel nuovo sistema informatico RIENTRI, gestito presso la competente struttura organizzativa del Ministero dell’Ambiente, ora Ministero della Transizione Ecologica, e che tale struttura verrà supportata tecnicamente dall’Albo Nazionale Gestori Ambientali, sulla base di modalità operative stabilite da una regolamentazione ministeriale (https://www.rentri.it/)

Il RENTRI sarà suddiviso in due sezioni:

La Sezione dell’Anagrafica degli iscritti, che raccoglie anche le autorizzazioni ambientali;

La Sezione della Tracciabilità, che raccoglie i dati annotati nei registri e nei formulari.

Il RENTRI introduce un modello di gestione digitale per l’assolvimento degli adempimenti quali l’emissione dei formulari di identificazione del trasporto, e la tenuta dei registri cronologici di carico e scarico.

Per tutti i soggetti non obbligati all’iscrizione al Registro Elettronico Nazionale, i suddetti adempimenti potranno continuare ad essere assolti tramite i formati cartacei.

I decreti attuativi previsti dall’Art. 188-bis sono in fase di predisposizione, e serviranno a disciplinare gli aspetti operativi, tecnici, funzionali, anche aggiornando i modelli di registro e il formulario.

Nel frattempo, il Ministero dell’Ambiente con il supporto dell’Albo Nazionale dei Gestori Ambientali, ha avviato la realizzazione di un prototipo finalizzato a verificare la funzionalità e la fruibilità di un modello di Registro Elettronico Nazionale.

In attesa dei decreti attuativi del nuovo sistema R.E.N.T.Ri., continuano a trovare applicazione i decreti ministeriali precedenti (del 1° aprile 1998, n. 145 e n. 148) in materia di tenuta dei registri di carico e scarico, e di produzione dei formulari per l’identificazione dei rifiuti trasportati.

(fonte https://www.rentri.it/)

Condividi questo articolo!

Notizie simili

  • Ottobre 1, 2021

  • Settembre 27, 2021

  • Agosto 9, 2021

  • Settembre 21, 2021

  • Luglio 4, 2021

Vuoi segnalarci qualcosa? Mandaci un messaggio!